PARTIGIANI IN OGNI QUARTIERE 2014

 

 

poq2014

 

 

Chiudere i covi nazifascisti, aprire spazi di libertà

Partigiani in ogni quartiere torna in piazzale Cimitero maggiore

Zona 8 periferia nord ovest di Milano, tra quartieri popolari e cantieri
Expo, tra storie di migranti e di immigrazione passata e presente, si
attraversano strade percorse da lavoratori, precari, si incrociano
lotte per salvaguardare i territori oggi sottoposti a una costante
operazione di devastazione e saccheggio, speculazione e tentativi di
omologare ogni forma di socialità ed espressione che non sia quella del
mero consumo.
Qui, ai margini del cimitero gli hammerskin di Lealtà Azione hanno da
poco aperto la sede in via Pareto, nel quartiere Certosa-Garegnano.
Ancora una volta un gruppo di nazi-fascisti, finanziati dalla
‘ndrangheta e da esponenti dello stragismo italiano, cerca di radicarsi
in un quartiere periferico facendo leva sulle difficoltà economiche
dovute alla crisi e mascherandosi dietro un’apparente solidarietà con
gli “italiani”, con gli animali, con le vittime della pedofilia.
In realtà le loro idee si basano sul mito della razza e della violenza,
sull’esaltazione del pensiero nazista che ha portato alla guerra, ai
campi di sterminio, alla negazione di ogni libertà.
Già in passato la zona 8 ha resistito alla presenza di gruppi
nazi-fascisti: prima l’apertura di Cuore nero, poi Casapound in via
Longarone a Quarto Oggiaro e infine Lealtà Azione che da via Govone si è
trasferita da poco in via Pareto.

Come nel 2008 il 25 aprile Partigiani in ogni quartiere sarà presente in
piazzale Cimitero maggiore, accanto alla cascina autogestita Torchiera,
per ribadire ancora una volta che spazi del genere non hanno legittimità
di esistere, né qui né altrove, né ora né mai. Offriremo al quartiere
una grande kermesse artistico-musicale dove oltre alla presenza di
musicisti e teatranti che condividono i nostri valori di antifascismo e
di libertà avremo interventi politici delle lotte passate e presenti.

25 aprile 2014 Partigiani in ogni quartiere, l’antifascismo in piazza.
Chiudere le sedi nazifasciste e aprire spazi di libertà

This entry was posted in General. Bookmark the permalink.